Le erbe usate in cucina

L’attività di raccolta delle piante nei campi e nei boschi era un tempo parte essenziale dell’alimentazione della società contadina. Le piante spontanee sono buone in cucina per tutte le portate, anzi talvolta sono ottime, oltre naturalmente a poter essere usate per marmellate, sciroppi, liquori, ecc.. Erbe e frutti selvatici non offrono meno soddisfazioni al palato di quanto non possano fare altri alimenti più ricercati e costosi.

Ancora oggi prati e boschi offrono molto a chi sa gustare i sapori della natura più semplice. Infatti, si può sempre o per gran parte delle stagioni raccogliere erbe e frutti spontanei da utilizzare in cucina, aggiungendo nuovi sapori alla varietà degli alimenti dell’ormai pur ricca cucina quotidiana. L’esercizio che un tempo risultava indispensabile per sopravvivere, oggi può invece rappresentare un modo salutare di variare ulteriormente la nostra alimentazione. Con la raccolta di erbe e frutti spontanei si può soddisfare il desiderio di sperimentare altri sapori.

Per questo il nostro Oste, armato di cesto coltello e stivali, in ogni stagione raccoglie arbe spontanee locali con le quali poi ci delizia con ottimi piatti e raffinati accostamenti che sono diventati un punto di forza dell'Osteria Ljetzan.